Trasparenze

Mondo Nuovo

Le immagini che si trasformano quando vengono osservate in contro luce hanno sempre attrato la curiosità di tutti. Il Mondo Nuovo (chiamato peep show nei Paesi anglosassoni, Guckkasten in Germania, boîte d'optique in Francia) è un tipo di spettacolo di strada che tra settecento e ottocento è stato molto popolare in tutta Europa e anche in Asia.

Che cos'è il Mondo Nuovo?

In una grande scatola con uno o più visori per spiarne l'interno scorrono stampe colorate che mostrano luoghi famosi o esotici. La finestrella sul lato superiore, manovrata abilmente dall'imbonitore consente l'illuminazione delle immagini con la luce del sole. Delle candele o un'altra finestrella sul retro della scatola permettono l'illuminazione da dietro dell'immagine, creando un effetto notte. Infatti le stampe mostrate sono spesso fittamente traforate per creare sorprendenti giochi di luce notturni quando vengono illuminate da dietro. Le cordicelle sul lato della scatola permettono il rapido passaggio da un'immagine all'altra.

L'imbonitore mentre manovra questi semplici apparecchi racconta e illustra le immagini, coinvolgendo lo spettatore nel suo mondo fantastico: una breve, ma emozionante fuga dall'ordinarietà della vita quotidiana per grandi e piccoli spettatori, in un'epoca in cui gli orizzonti della maggior parte delle persone sono limitati al proprio villaggio o poco più.

Ecco alcune stampe predisposte per l'effetto giorno notte del mondo nuovo: risalgono alla metà del XVIII secolo, l'editore era il famoso G.B. Probst di Augusta (Augsburg) e fanno parte di una serie dedicata alle sette meraviglie del mondo (Cm. 40 x 27). Siccome queste stampe erano destinate a una distribuzione internazionale, sono titolate in tedesco e in italiano. L'illustratore ha dato molto più spazio all'immaginazione e al gusto per il sensazionale piuttosto che alla verosimiglianza.

L'Anfiteatro di Roma, il sesto miracolo del Mondo.

Monumento di Mausoli, il quarto miracolo del Mondo.

I Pyramidi d'Egitto, il terzo miracolo del Mondo.

 

 

Polyorama Panoptique

Una tarda variante per uso domestico del Peep Show è il Polyorama Panoptique, ovvero un sorprendente giocattolo inventato dal francese Pierre Seguin intorno al 1820 e rimasto popolare a lungo nel corso del XIX secolo.

Si tratta di un visore che utilizza cartoline stampate, che rivelano un bellissimo e caldo effetto notte quando sono illuminate da dietro. La direzione della luce è controllata da due porte separate, una sopra e una dietro l'apparecchio, che vengono aperte e chiuse alternativamente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altre Trasparenze

Negli anni 30 dell'800 l''editore inglese William Spooner produsse diverse serie di stampe (Protean Views) nelle quali l'immagine si trasformava in un'altra quando la stampa veniva illuminata da dietro.

Il titolo di questa stampa è 'Villaggio svizzero sepolto da una valanga'. Un evento sicuramente tragico come si può capire osservando in controluce. Cm 13 x 18.

 

Un concorrente di Spooner, William Morgan, produceva negli stessi anni le Morgan' s Dioramic Views. Qui è raffigurata l'Abbazia di Westminster, ma controluce appare l'incoronazione della Regina Vittoria. (cm. 23,5 x 17,5)

 

Litofania

Le litofanie erano molto popolari nell’Europa del XIX secolo. Si tratta di porcellane solitamente prodotte in Germania che, illuminate da dietro, rivelano complicati disegni con i soggetti più vari. Di solito erano utilizzate come paralumi, per creare un gradevole effetto ottico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una cartolina da Zurigo che, se posta in contro-luce, rivela un simpatico effetto notte (1906).

Una cartolina postale francese (1903). Se messa in controluce il paesaggio si trasforma da invernale a primaverile.

 

 

^